I Musei - Museo Archeologico Nazionale

.

Palazzo Loffredo rappresenta una delle rare testimonianze di edilizia nobiliare a Potenza sopravvissute ai distruttivi terremoti. Fu costruito tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo dalla famiglia dei Guevara, feudatari della città, e nel 1604 divenne residenza dei Loffredo. All’inizio del XIX secolo il palazzo ospitò l’Intendenza di Basilicata, mentre intorno al 1825 divenne sede del “Real Collegio”, istituito con decreto di Luigi Bonaparte per l’istruzione superiore dei giovani della provincia di Basilicata.

Nel 1850 un decreto del re Ferdinando II affidò il Collegio ai Gesuiti, che lo gestirono fino al 1860. Dopo l’Unità d’Italia ospitò il “Real Liceo” e, ancora nel XX secolo, il Conservatorio di Musica “Gesualdo da Venosa” e altri istituti scolastici.
E’ stato ceduto in comodato dal Comune di Potenza alla Soprintendenza come sede per il nuovo museo.

Il percorso museale

Il Museo è articolato su due piani secondo un criterio cronologico e territoriale che offre al visitatore un quadro generale sull’archeologia dell’intera regione ed un approfondimento sugli eccezionali ritrovamenti del territorio di Potenza, per la prima volta presentati, in forme definitive, al pubblico italiano.

Tariffe

Dal 1° Luglio 2014  è cambiato  il sistema tariffario dei Musei Statali e dei Siti Archeologici.  Accesso gratuito solo ai giovani sotto i 18 anni e alcune categorie (es. insegnanti), resteranno le riduzioni fino ai 25 anni, mentre scomparirà la gratuità per gli over 65. Musei gratis per tutti ogni prima domenica del mese.
 
https://www.facebook.com/MuseoDinuAdamesteanu/

 

Share This