.

Il Comune di Potenza ha ricevuto il 28 luglio scorso, a Roma, il riconoscimento per la ‘Parata dei Turchi’ da parte del ministro per il Turismo Vittoria  Michela Brambilla. Il riconoscimento e’ stato assegnato a 34 manifestazioni in tutta Italia da Aosta a Grado  a Nola a Sassari a Sant’Anastasia a Potenza. Per l’occasione il ministro  ha presentato il nuovo marchio “Patrimonio d’Italia” che si divide in 4 categorie.


La storica Parata dei Turchi e’ stata riconosciuta per la Tradizione, cioè ha avuto premio per essersi distinta a livello nazionale per la capacità di mantenere vivo il folclore del proprio territorio, adeguando le rappresentazioni tradizionali al mutamento dei tempi, nel rispetto degli animali e dell’ambiente e incentivando la partecipazione di turisti e visitatori.

Il ministro Brambilla ha presentato, inoltre, le nuove opportunità di finanziamento stanziati dal ministero del turismo a favore di tutte le manifestazioni che promuovono e valorizzano il territorio. Il premio e’ stato assegnato da una commissione appositamente costituita. Santarsiero oltre che ricevere premio con l’assessore al Turismo Luciano De rosa e con il consigliere del Pdl Fernando Picerno, e’ anche intervenuto in rappresentanza dell’Anci.

 “E’ motivo di grande soddisfazione – ha detto – e di orgoglio per il Comune di Potenza aver ricevuto dal ministero per il Turismo un riconoscimento per la nostra parata dei turchi. E’ stata premiata tutta la città per il suo protagonismo e il suo legame con tale iniziativa ed è stata premiata l’attività di una commissione storica che abbiamo voluto presieduta dalla dottoressa Pellettieri che ha consentito un definitivo ancoraggio alla storia e alla tradizione popolare di questa nostra rappresentazione.

 Il premio è ancor più significativo alla luce del fatto che il Ministero ha voluto premiare quelle manifestazioni di particolare significato storico culturale in grado di rappresentare l’identità di una comunità e nel contempo di favorire una promozione turistica del territorio. Avevamo visto giusto quando abbiamo puntato sulla ricerca e sul valore storico culturale e popolare della nostra Parata. L’iniziativa del ministro Brambilla è ancor più meritevole alla luce del nuovo ruolo che viene riconosciuto ai Comuni di propulsore dei processi di sviluppo e di valorizzazione delle emergenze storico-culturali e ambientali dei territori.

Da oggi la città di Potenza si potrà fregiare di un riconoscimento e di un logo ufficiale che testimonia la portata della propria storia e il valore di un’azione amministrativa tesa a porre la cultura quale fattore primario di sviluppo. Al ministro il grazie per aver voluto sottolineare il profondo legame tra l’identità nazionale dei territori rappresentata dai Comuni con il turismo e lo sviluppo.

Le intuizioni del ministro Brambilla magari fossero quelle che accompagnano, purtroppo in maniera molto diversa l’attuazione del federalismo nel nostro Paese”. Scherzosamente il Sindaco ma comunque con un fondo di profondo convincimento, che ha rappresentato l’Anci nella presentazione dell’iniziativa, ha detto alla Brambilla che avrebbe chiesto al presidente Berlusconi di affidare a lei la delega per l’attuazione del federalismo, convinto che con queste motivazioni si potrebbero cogliere quegli obiettivi che a oggi, con il ministro Calderoli sono ben lontane”.

 

Share This