Villa Romana di Malvaccaro

.

L’unica villa romana recuperata nel territorio potentino è quella di Malvaccaro. Sussistono alcune tracce databili al I-II secolo d.C., al di sotto delle strutture oggi visibili, appartenenti ad una fase di monumentalizzazione, che si colloca tra il III e la prima metà del IV secolo. Gli ambienti di rappresentanza della villa si sviluppano su più livelli. Partendo da quello inferiore, decorato con crustae di marmo pavonazzetto, si aveva accesso al triclinium (sala da pranzo), con pavimento mosaicato che presenta centralmente un medaglione con l’immagine delle tre Grazie e si conclude verso nord con una coenatio absidata. Qui, su un divano semicircolare (stibadium) in muratura, reso senz’altro più confortevole da cuscini, prendevano posto i convitati. Sdraiati sul divano, gli ospiti godevano dell’immagine delle tre Grazie, in un contesto che la rappresentazione figurata di anfore e di cesti di frutti e fiori rendeva evocativo dei banchetti dionisiaci.

Testo a cura di Annamaria Scalise
Presidente Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali – Sezione Regionale Basilicata

 

Share This