12.02.20 – ore 10,25: Teatro Stabile, Ridotto del Teatro Stabile, Sala degli Specchi, Cappella Celestini, Galleria Civica, Sala del Campanile, Palazzo della Cultura, Centro Sociale di Malvaccaro: queste le strutture comunali per il cui utilizzo la Giunta comunale ha varato un nuovo piano tariffario per l’anno 2020.

TABELLA
Tabella “A” Attività Tariffe senza riduzione (TSR) Tariffe con Riduzione al 20% (TCR)
Teatro Stabile Spettacolo € 1.500,00 € 300,00
Ridotto del Teatro Convegni o iniziative pubbliche di rilievo culturale

€ 500,00


€ 100,00
Palazzo della Cultura Convegni o iniziative pubbliche di rilievo culturale

500,00


100,00
Centro Sociale di Malvaccaro Convegni o iniziative pubbliche di rilievo culturale 800,00 160,00
Sala degli Specchi Mostre/seminari € 400,00 € 80,00
Sala degli Specchi Matrimoni civili € 250,00 ————-
Sala degli Specchi Matrimoni con rinfresco € 400,00 ————-
Tabella “B” Attività

Teatro Stabile Manifestazioni promozionali € 2.200,00 Nessuna riduzione possibile
Sala degli Specchi Sfilate e mostre mercato € 800,00 Nessuna riduzione possibile
Tabella “C” Attività

Teatro Stabile Convegni o iniziative pubbliche di rilievo culturale € 900,00 € 180,00
Cappella Celestini Tariffa giornaliera per Convegnistica, seminari, mostre, ecc. € 300,00 € 60,00
Galleria Civica Tariffa giornaliera per Convegnistica, seminari, mostre, ecc. € 400,00 € 80,00
Sala del Campanile Tariffa giornaliera per Convegnistica, seminari, mostre, ecc. € 200,00 € 40,00

L’uso dei ‘contenitori culturali’ potrà essere concesso direttamente dall’Ufficio Cultura e Turismo ad Associazioni Culturali e Organismi, che operano senza scopo di lucro, applicando la tariffa ridotta al 20%. Limitata la concessione dell’uso gratuito solo alle manifestazioni promosse da associazioni culturali, persone fisiche, società, enti, fondazioni, cooperative, consorzi e istituzioni in genere, sia pubbliche che private, ecc., operanti senza scopo di lucro, o di preminente e riconosciuto valore culturale. Le iniziative che rientreranno nei cartelloni culturali del Comune saranno ugualmente esentate dal pagamento delle tariffe previste. Il documento prevede inoltre che per ogni giorno di prova precedente allo spettacolo e in caso di utilizzo per manifestazioni a scopo benefico sarà applicata una riduzione del 50% sulle tariffe. Si stabilisce infine che in caso di utilizzo dei ‘contenitori culturali’ per mezza giornata (ore 8 – 15 o ore 16 – 24) sarà applicata una riduzione del 50% sulle tariffe.

“Il Comune, quindi tutti i cittadini, sostiene delle spese per manutenere quegli spazi – sottolinea l’assessore alla Cultura Stefania D’Ottavio – ed è giusto che chi li utilizza contribuisca alle spese, proprio in un’ottica di correttezza e di garanzia per la nostra comunità, che deve essere certa che, chi amministra i beni comuni, lo faccia nell’interesse di tutti, evitando favoritismi di sorta, ma operando affinché quegli stessi beni siano conservati nel miglior modo possibile e, il loro utilizzo, sia consentito seguendo un protocollo chiaro e uguale per tutti”.

Share This