Chiesa di San Michele Arcangelo

.

La fondazione della Chiesa dovrebbe risalire a molto tempo prima del 1178 (anno della prima attestazione pervenutaci), poichè la dedicazione a San Michele denuncia origini longobarde.

Già dal V secolo molto probabilmente esisteva a Potenza una Chiesa dedicata al santo; un mosaico, infatti, del V secolo rinvenuto sotto il pavimento dell’attuale chiesa di San Michele Arcangelo, rivela la sua appartenenza ad una struttura tardoromana riutilizzata in occasione della fondazione della prima basilica.

Il portale principale presenta un doppio stipite con doppio arco a tutto sesto. Un elemento orizzontale tra le lesene centrali sottolinea l’arretramento di muratura della navata centrale. Gli spioventi delle navate minori ed i lati maggiori della navata centrale e di quella laterale destra sono alleggeriti da un filare di archetti pensili. L’ingresso laterale alla chiesa si apre al centro della parete destra, innestato su un elemento di ringrosso della muratura. Il portale è in pietra con conci lavorati faccia a vista ed ha, sopra alla piattabanda, nella lunetta, un bassorilievo di “Madonna con Bambino” che presenta, a sinistra, il simbolo francescano, ed a destra, un elemento decorativo con motivi floreali. L’interno della chiesa è di tipo basilicale, a tre navate con tre absidi, la navata centrale è più alta delle laterali.

Orario di apertura:
07.00/12.00 – 17.30/20.30

Orari messe:
Giorni feriali 08.00-10.00-19.00  
Giorni festivi 08.00-10.00-11.30-19.00

Testo a cura di Annamaria Scalise
Presidente Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali – Sezione Regionale Basilicata

Share This