Stadio Viviani

.

Torna indietro

Clicca qui per tornare alla pagina precedente

Lo stadio comunale, sito in viale Marconi, è dedicato ad Alfredo Viviani, fondatore, nel 1919, del Potenza Sport Club.
L’attuale capienza dell’impianto è di 4.977 posti a sedere suddivisi in quattro settori: tribuna coperta, distinti scoperti, curva e settore ospiti.
Lo stadio fu progettato dall’ingegner Gennaro Laurini nel 1933 e costruito tra il luglio e l’ottobre del 1934. La sua realizzazione avvenne per volontà delle autorità della città di Potenza, in particolare del prefetto Giuseppe Avenanti e del podestà, l’avvocato Alfonso Andretta. L’impianto fu inaugurato con il nome di Campo Sportivo del Littorio, come molte strutture analoghe risalenti al fascismo. Nel secondo dopoguerra venne temporaneamente rinominato Campo Sportivo Italia e nel 1948 venne infine dedicato alla memoria di Alfredo Viviani, pioniere del calcio lucano.
È stato ristrutturato diverse volte per adeguarlo alle normative di volta in volta vigenti, originariamente, infatti, l’impianto presentava solo la tribuna coperta, gli spogliatoi e l’ingresso monumentale, poi è stato necessario aumentarne la capienza per consentire alla squadra di calcio cittadina di disputare il campionato a seguito di una promozione in una categoria superiore. Negli anni cinquanta fu costruita la gradinata, ovvero il settore dei distinti e venne completata la pista di atletica con una zona dedicata al lancio del peso e del giavellotto. Sul finire dello stesso decennio venne ampliata la tribuna con l’aggiunta di due settori laterali scoperti e vennero aggiunti un campo da tennis e uno da basket. Negli anni sessanta, a causa della promozione in Serie B della squadra locale, furono costruite nuove gradinate, come strutture removibili in legno o metallo, nelle zone attualmente identificate come la curva Ovest e la curva Est e fu completata la copertura di tutta la tribuna. Nel corso degli anni settanta e ottanta le strutture adibite agli sport diversi dal calcio caddero in disuso e vennero eliminate le gradinate aggiuntive costruite durante i decenni precedenti.
Il 12 maggio 1994 venne inaugurato il sistema di illuminazione, in occasione dell’amichevole disputata tra Potenza Calcio e Juventus.
Nell’estate del 2007 sono stati effettuati dei lavori per rifare completamente il settore dei distinti con la realizzazione di una nuova sala stampa nella parte superiore del settore stesso, oltre alla messa a norma dell’intera struttura ed il rifacimento degli spogliatoi. L’inaugurazione dello stadio ristrutturato avvenne il 20 gennaio 2008, in occasione della gara tra Potenza e Juve Stabia.
Nel 2012 l’impianto viene messo in sicurezza ed adeguato alle vigenti norme igienico-sanitarie, con la contestuale certificazione della nuova capienza.
Il 26 novembre 2016 viene inaugurato il nuovo manto erboso in erba sintetica, il primo nella storia dello stadio; in occasione dell’installazione del nuovo prato sintetico è stata anche dismessa la pista di atletica.
Nel 2017 viene realizzata un’area vip all’interno del settore della tribuna centrale e viene ristrutturata la facciata monumentale dello stadio a spese di un gruppo di imprenditori potentini simpatizzanti del Potenza Calcio.
Nell’estate del 2018 la struttura viene adeguata secondo i criteri richiesti per ospitare incontri valevoli per il campionato di Serie C, con l’installazione di nuovi sistemi di illuminazione e sorveglianza, il rifacimento degli spogliatoi, la rimozione delle reti protettive delle due curve, la realizzazione di nuovi sistemi di prefiltraggio degli spettatori tramite tornelli, il rinnovamento della tribuna stampa ed il miglioramento degli accessi e dell’accoglienza per gli spettatori disabili.

 

 

The municipal stadium, located in Viale Marconi, is dedicated to Alfredo Viviani, who founded in 1919 Potenza Sport Club. The current capacity of the system is of 4,977 seats divided into four sector: covered grandstand, separate open spaces, curve and guest sector.

The stadium was designed by the engineer Gennaro Laurini in 1933 and built between July and October 1934. It was built by the will of the authorities of the city, in particular by the prefect Giuseppe Avenanti and the lawyer Alfonso Andretta. Its first name was Campo Sportivo del Littorio, like many similar structures dating back to Fascism. After the WW2, it was temporarily renamed Campo Sportivo Italia and, in 1948, it was finally dedicated to the memory of Alfredo Viviani, a pioneer of Lucanian football.

It’s been renovated several times to adapt it to the restrictions in force from time to time: originally, in fact, the stadium had only the covered grandstand, the changing rooms and the monumental entrance, then it was necessary to increase its capacity to allow the city football team to play the upper categories championships.

In the 1960s, due to the promotion of the local team to Serie B, new bleachers were built, such as removable structures in wood or metal, in the areas currently identified as the West and the East curve, and the coverage of the entire grandstand was completed. During the 70’s and 80’s, the structures used for other sports fell into disuse and the additional tiers built during the previous decades were eliminated. The inauguration of the renovated stadium took place on 20 January 2008, on the occasion of the match between Potenza and Juve Stabia.

In the 2018’s summer, the structure was renovated according to the criteria required by Serie C championship, with the installation of new lighting and systems, the renewal of the press gallery and the improvement of access and reception for disabled spectators.

 

Testo e foto a cura dei volontari del progetto di Servizio Civile “………… c’è TURISMO e CULTURA a POTENZA”

 

 

FONTI:

it.wikipedia.org/wiki/Stadio_Alfredo_Viviani

F.Villani – R. Fulco, Potenza Città Verticale – Villani Editore