Calendario Consiglio

Consiglio Comunale del 31 marzo 2010

Sala Consiliare della Provincia di Potenza - Piazza Mario Pagano - ore 08.30.



ORDINE DEL GIORNO:

1) Interrogazione del consigliere Becce su "Area da destinare a Luna Park".

2) Interpellanza urgente del consigliere Imbesi su "Amianto in via del Gallitello".

3) Interrogazione del consigliere Ferraro su "Impianto ADSL nelle zone rurali".

4) Interrogazione del consigliere Becce su "Circolare Ministro Gelmini relativa al tetto del 30% di alunni stranieri".

5) Interrogazione del consigliere Becce su "fondo lotta alla droga".

6) Interrogazione del consigliere Molinari su "stato di degrado di alcuni marciapiedi della città".

7) Interpellanza urgente del consigliere Imbesi su "iscrizione del Sindaco al gruppo consiliare del P.D.".

8) Interrogazione del consigliere Becce su "Centro comunale di educazione alimentare".

9) Interrogazione urgente del consigliere Becce su "Centro di aggregazione per anziani e laboratorio di comunità".

10) Interrogazione del consigliere Becce su "Istituzione sportello dei consumatori".

11) Interrogazione urgente del consigliere Potenza su "disagi causati dalla nevicata del 12.2.2010".

12) Interrogazione del consigliere Becce su "Nod Bucaletto".

13) Interpellanza urgente del consigliere Galante su "fornitura gas in c.da S. Francesco".

14) Interrogazione del consigliere Rocco Coviello su "trasporto pubblico via del Gallitello".

15) Interrogazione presentata dal consigliere Coviello Rocco su "viabilità via dei Molinari".

16) Interrogazione presentata dal consigliere Coviello Rocco su "viabilità, toponomastica, illuminazione c.da Dragonara".

17) Interrogazione del consigliere Molinari su "furti e danneggiamenti all'interno del Cimitero".

18) Interpellanza urgente del consigliere Imbesi relativa a "Via Tammone".

19) Interpellanza urgente del consigliere Imbesi su "Mercatino dei poveri".

20) Interrogazione urgente del consigliere Molinari ed altri su "situazione trasferimento scuola media Sinisgalli.

21) Interrogazione urgente del consigliere Laieta su "bando assegnazione alloggi ATER".

22) Interpellanza urgente del consigliere Imbesi su "stato delle strade cittadine".

23) Interrogazione del consigliere Becce su "stato di salute del torrente Tora".

24) Mozione del consigliere Libutti ad oggetto "Il Crocifisso non si tocca".

25) Mozione su delibera di Giunta comunale n. 225 del 23.12.2009 ad oggetto: assunzione a tempo determinato, ai sensi dell'art. 36 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i. con rapporto di lavoro a tempo parziale di n. 15 unità.

26) Mozione presentata dal consigliere Becce su "esposizione dati amministratori dei condomini".

27) Mozione urgente presentata dal consigliere Becce su "allestimento giochi per bambini nel giardino di via Adriatico e piazza Adriatico".

28) Ordine del giorno presentato dal consigliere Imbesi per la istituzione dei "Mercatini di Natale".

29) Ordine del giorno presentato dal consigliere Imbesi per "istituzione servizio navetta per aeroporto".

30) Ordine del giorno presentato dal consigliere Imbesi per la creazione di un parco denominato "città dei bambini".

31) Ordine del giorno proposto dal consigliere Becce ed altri su "forme di gestione del servizio idrico".

32) Ordine del giorno presentato dai consiglieri Calabrese, La Sala, Becce, Fanelli relativo a "sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo su presenza Crocifisso nelle aule scolastiche".

33) Ordine del giorno per la installazione di un sistema di voto elettronico in Consiglio comunale.

34) Ordine del giorno per intitolazione della piazzetta antistante la Chiesa della Trinità ad Elisa Claps.

35) Aree di proprietà comunale nelle località Murate e Macchia Giocoli. Modalità operative per la vendita parziale della aree ai proprietari degli alloggi.

36) Approvazione nuovo Regolamento per il Forum giovanile del comune di Potenza.

37) Regolamento dell'offerta di "pacchetti di servizi" per l'Inclusione Sociale.

38) Norme tecniche di attuazione del Regolamento Urbanistico. Interpretazione autentica.

39) Area denominata C5-C6 di Macchia Romana - Approvazione progetto preliminare del tratto A-B di viabilità interna adiacente alla via Consolini in variante agli strumenti urbanistici, in parziale accoglimento dell'osservazione proprietari lotto 10.

40) Modifica al regolamento per la vendita e l'uso da parte di terzi dei beni immobili rientranti nella disponibilità dell'Amministrazione comunale.

41) Sostegno della candidatura della città di Matera a capitale della cultura 2019.

42) Variante urbanistica per la realizzazione di un edificio di culto "Sala del Regno dei testimoni di Geova" in località Botte. Localizzazione ai sensi dell'art. 27 L.R. 23/99. Adozione.

43) Comunicazione sulla deliberazione n. 138/2009/PRSP del 12.12.2008 della Corte dei Conti - sezione regionale di controllo per la Basilicata relativamente al rendiconto 2006.

RESOCONTO DELLA SEDUTA:

Il presidente Vincenzo Santangelo apre la seduta del Consiglio comunale alle 9,50 pacendo gli auguri ai "colleghi amministratori Napoli e Singetta per l'elezione in seno al consiglio regionale". Il capogruppo Salvatore Lacerra, conferma la disponibilità a ritirare un ordine del giorno sulla vicenda del Potenza Calcio, documento del quale è primo firmatario, per presentarne uno nuovo condiviso dall'intero Consiglio. Sull'argomento il sindaco Vito Santarsiero comunica all'assemblea di aver "avuto un colloquio telefonico con il presidente Abete che ha espresso massima comprensione nei confronti delle nostre valutazioni e massima comprensione nei confronti della città, consigliandomi di produrre una lettera che invierò all'organo giudicante del Coni. A rafforzare ciò sarebbe utile che l'assemblea votasse una delibera, che mi pregerò di allegare alla missiva". Anche il cooordinatore dell'opposizione Giuseppe Molinari chiede che il la mozione modificata possa essere "il prima possibile ricevere l'accoglimento unanime dell'assise municipale". Il presidente Santangelo assegna quindi la parola al consigliere del Pdl Nicola Becce per l'illustrazione della prima interrogazione. L'argomento è quello della possibile "destinazione in maniera permanente di una zona per lo svolgimento degli spettacoli viaggianti, luna park, attività ludico-ricreative" Becce conclude il suo intervento suggerendo l'area della ex Cip zoo e contestualmente il sorgere "di un consorzio dei giostrai". Nella risposta il Sindaco parla della rilevanza che riguarda "questi artigiani dello spettacolo, garantisce l'impegno di aggiornare l'elenco delle aree destinate a queste attività. Ma per la definitività del processo di individuazione delle aree si dovrà attendere la piena applicazione del Piano strutturale metropolitano". Seconda interrogazione sempre di un componente del Pdl Antonino Imbesi riguardante il monitoraggio per la eventuale presenza di amianto in via del Gallitello, già discussa "ma per la quale continuo a chiedere risposta scritta da cinque mesi". Ancora una interrogazione del consigliere Becce in questo caso sulla circolare del ministro Gelmini relativa al tetto del 30% di alunni stranieri nelle classi scolastiche. Nella risposta l'assessore alla Pubblica istruzione Massimo Maria Molinari evidenzia "che la competenza in materia non è del Comune ma del direttore regionale del Miur e che comunque bisogna verificare se il limite del 30% sia raggiunto nelle scuole cittadine". Ancora Becce propone una interrogazione attraverso la quale chiede se e in che misura si intende accedere al fondo regionale per la lotta alla droga. Nella risposta l'assessore alle politiche sociali Donato Pace comunica che i fondi a disposizione del "Comune di Potenza in partenariato con altri soggetti, è pari a 158.000 euro". L'interrogazione successiva è del consigliere Giuseppe Molinari sullo stato di degrado di alcuni marciapiedi cittadini "quello di piazza Mario Pagano angolo via Petruccelli, e quello nelle adiacenze di piazza Vittorio Emanuele II (piazza XVIII agosto) pur se non pubblici ma di uso pubblico. L'assessore alla Mobilità Pietro Campagna ricorda che "si tratta di interventi strutturali e non solo legati alla pavimentazione. Ci si sta da tempo adoperando affinché i privati intervengano anche se si sta valutando un intervento dell'amministrazione in danno dei privati ai quali poi chiedere il risarcimento della spesa sostenuta". Il consigliere Imbesi pone un'interpellanza attraverso la quale chiede notizie in merito all'iscrizione del Sindaco al gruppo consiliare del Pd, "perché se nel regolamento consiliare non è esplicitata la possibilità per il Sindaco di essere annoverato all'interno del gruppo consiliare secondo quando indicato dagli articoli 46 e 71 del Tuel e quanto riportato da un articolo pubblicato sul quotidiano ‘Italia oggi' lo scorso 22 gennaio. A seguito di quanto detto il sindaco Santarsiero, essendo al pari degli altri sindaci, una istituzione al di sopra delle parti, non dovrebbe essere iscritto ad alcun gruppo o, al più, al gruppo misto". Il Sindaco nella risposta chiarisce di "non essere iscritto al gruppo del Pd, anche se il Sindaco non fa mistero di avere una casacca politica di appartenenza, quella del Pd". Nella controreplica il consigliere Imbesi dichiara "che a seguito della dichiarazione del Sindaco, chiedo al presidente Santangelo e al segretario generale di riverificare le percentuali di attribuzione dei seggi in seno alle commissioni consiliari". Si passa all'interrogazione urgente del capogruppo dei Dec Angelo Laieta riguardante "la possibile indizione di un bando di assegnazione per gli alloggi Ater, per scongiurare l'eventualità che ci siano alloggi disponibili e una graduatoria non più valida". Il Sindaco si dice disponibile ad attivare le procedure per la definizione del bando per la definizione della nuova graduatoria. Il consigliere Molinari chiede al Sindaco lumi sul trasferimento di alcuni alunni della scuola media Sinisgalli dall'edificio di via Manzoni a quello della scuola Torraca in via Bonaventura. Il Sindaco spiega che gli impegni presi e gli standard richiesti, saranno garantiti. Il capogruppo dei Popolari uniti Sergio Potenza chiede notizie in merito ai disagi causati dalla nevicata del 12 febbraio 2010. L'assessore Campagna come si faccia di riferimento "a un evento atmosferico, improvviso e di notevole intensità, che non ha consentito ai mezzi deputati allo spazzamento della neve di effettuare gli interventi programmati secondo il piano neve, stante la presenza di mezzi pubblici e privati che ostruivano il loro regolare passaggio. Qualche disservizio si è comunque verificato e ci adopereremo affinché ciò non abbia a ripetersi". L'assessore alla Protezione civile Nicola Lovallo aggiunge che la nevicata è stata occasione anche per "rivedere alcuni punti del piano neve, tra gli altri, la dislocazione per tempo di alcuni mezzi pronti a intervenire subito sul territorio". Nella controreplica il capogruppo Potenza chiede che si pensi a "una riorganizzazione generale del servizio di polizia municipale, evitando stazionamenti prolungati di operatori nelle piazze principali della città e conseguenti carenze di personali in particolari situazioni e in alcune zone nevralgiche della città. Per quel che riguarda l'ordinanza propongo che essendo Potenza una città di montagna, i veicoli privati devono dotarsi di pneumatici termici durante tutto il periodo invernale e non solo in caso di presenza di neve o ghiaccio sulle strade". Il consigliere Laieta a nome suo e del consigliere Molinari citando una comunicazione del dirigente scolastico, presenta un'interrogazione per verificare "l'assoluta inadeguatezza strutturale della scuola del V° Circolo didattico nella zona di Verderuolo". Il consigliere Lacerra, primo firmatario, presenta un ordine del giorno sottoscritto da tutti i capigruppo sulla vicenda Potenza, mozione che viene approvata all'unanimità.  L'assessore Campagna anche a nome del collega che ha la delega all'Urbanistica presenta una delibera che riguarda la realizzazione di un tratto di strada interna nella zona denominata C5-C6 di Macchia Romana, segnatamente l'approvazione del progetto preliminare della via già citata che si trova nei pressi di via Consolini, in variante agli strumenti urbanistici in parziale accoglimento dell'osservazione dei proprietari del lotto 10. La delibera viene approvata all'unanimità. Delibera successiva è quella illustrata dal Sindaco, documento attraverso il quale "la città di Potenza esprime sostegno alla candidatura di Matera a capitale della cultura per il 2019, un'iniziativa che consentirà la promozione delle attività culturali per l'intero anno indicato da parte del capoluogo di provincia lucano. Matera è riferimento nazionale grazie alle sue caratteristiche e per gli sforzi che si stanno producendo per la cultura. Qualora fosse scelta per questo ruolo è contestuale che l'intero territorio regionale potrà ottenere benefici, avendo la possibilità di mettersi in vetrina e mettere in vetrina le peculiarità proprie. E' anche l'occasione per ribadire ancora una volta che non sussistono elementi che ci dividono dalla città di Matera, anzi sono molte le caratteristiche che ci uniscono e determinano un percorso che dovrà essere sempre di più comune e condiviso". Il capogruppo Laieta che si dice favorevole alla candidatura materana, sottolinea tuttavia "che la città di Potenza avendo investito negli ultimi anni oltre tre milioni di euro sui temi della cultura e notevole impegno per creare un circuito valido, avrebbe potuto, avrebbe dovuto proporre lei la sua candidatura al ruolo che oggi legittimamente Matera reclama". Il consigliere del Pdl Michele Napoli parla "di un sostegno doveroso alla candidatura materana. Una candidatura che aiutarci a trarre alcuni suggerimenti: muoversi in largo anticipo, avere una visione lungimirante che consenta di investire risorse e sforzi per programmare un futuro che possa portare frutti consistenti. Dobbiamo prepararci come città a un impegno sinergico con Matera, quando la sua candidatura arriverà al successo, un impegno che sia vissuto anche nella qualità di città guida dell'intero territorio potentino". Il consigliere Imbesi spiega che "Potenza che non ha e non aveva realisticamente le caratteristiche storiche e culturali per candidarsi a capitale europea della cultura. Qualora Matera raggiungesse questo ambizioso obiettivo il ritorno che se ne trarrà riguarderà l'intero territorio lucano. Dobbiamo predisporci come città di Potenza a orientare i processi che ci consentiranno di ospitare e attrarre al meglio i flussi che inevitabilmente si attiveranno da qui al 2019". Il capogruppo Lacerra esordisce sottolineando che "in tutti gli interventi non traspaia in alcun modo una contrapposizione alla candidatura materana. Qual è l'idea di città di Potenza che abbiamo? Quali gli obiettivi che dobbiamo perseguire? Dobbiamo cogliere questa favorevole occasione per far innestare il nostro capoluogo in un percorso virtuoso che potrà andare a instaurarsi. Si deve passare da una politica dell'emergenza a una politica che si ponga obiettivi chiari, una programmazione chiara e concreta. Una programmazione che deve anche sapersi avvalere dei contributi più validi che possono giungere dall'intera comunità, guardando anche al di fuori dei confini cittadini del capoluogo di regione. Potenza deve evitare di ritagliarsi in un occasione come questa un ruolo marginale, ma di protagonisti. Il territorio deve diventare esso stesso un'attività culturale". I lavori sospesi in mattinata riprendono alle 16,35 con l'intervento del coordinatore Molinari: "Potenza non aveva le condizioni per poter aspirare a questo. Materia ha un patrimonio che invece le garantisce questo ruolo. Mi auguro che riesca nella sua ‘impresa'. Siamo due realtà di una piccola regione che non devono entrare in competizione ma operare sinergicamente. Bisogna investire seriamente sui giovani, sull'associazionismo e sulle tante peculiarità delle nostre comunità. Dobbiamo riflettere su che cosa è successo e sta succedendo in questa città. Dove va la nostra città. Qual è il nostro programma, qual è il nostro progetto, qual è la stella polare, la guida di questa città? E' bene confrontarsi su questi temi in un consiglio comunale aperto, per analizzare le tante ferite che si registrano in città e che in questi giorni vanno purtroppo ampliandosi". Dagli scranni del Pd interviene il consigliere Giuseppe Messina secondo il quale "si sta candidando non solo la città di Matera, ma l'intero territorio lucano: Grancia, Volo dell'angelo, Galleria Civica, Museo Provinciale, Castello federiciano. C'è uno sviluppo possibile attorno al volano della cultura. Scontiamo dei ritardi soprattutto per scelte del governo nazionale che hanno tolto risorse che avrebbero consentito di attenuare il gap infrastrutturale che ci separa dal resto del Paese". Il presidente della Prima commissione consiliare Vito Mitro, del gruppo misto, sottolinea che "va riconosciuta la legittimità della candidatura della città dei Sassi, che passa anche attraverso una delibera del Consiglio comunale materano, documento che prevede importanti sinergie con tutto il territorio lucano". Il consigliere Becce ricorda che "promotore dell'iniziativa è stato l'onorevole Buccico. Potenza dovrà essere di notevole supporto all'impegnativo percorso che ci apprestiamo a percorrere nei prossimi nove anni, magari spingendo molto sullo sviluppo di un ambito qual è quello artigianale". Replica affidata al Sindaco: "un dibattito di alto profilo si è sviluppato necessita però di alcune precisazioni. Riguardo alla candidatura, Matera si è fatta preferire per valori storici e culturali non comuni. Anche un raddoppiamento delle risorse impiegate in ambito culturale non garantirebbe a Potenza un risultato analogo a quello materano. Matera è un unicum anche e soprattutto per il patrimonio Unesco che sono i Sassi, attorno ai quali si è sviluppata una capacità ricettiva alberghiera di primo piano. Siamo due realtà vivaci e che entrambe vogliono e sanno emergere nel panorama del meridione italiano. Il campanilismo non serve a nessuno, abbiamo bisogno di abbracciarci con Matera e percorrere insieme il cammino dello sviluppo. E' necessario svolgere un Consiglio comunale sull'idea di città che abbiamo e su quale direttrice di sviluppo dobbiamo muoverci. Riguardo alla vicenda Elisa, la città chiede non solo il nome dell'assassino di Elisa, ma chi da allora a oggi ha coperto o ha avuto ogni tipo di responsabilità sulla vicenda. Ciò premesso, però la città non va fatta oggetto di calunnie. Non siamo una città omertosa e anche grazie all'impegno dei familiari di Elisa siamo riusciti tenere alta l'attenzione sul tema. Passando a tutt'altro argomento anche nell'ambito calcistico la città ha saputo tenere alta la testa, e pur attraverso penalizzazioni, è importante che a oggi si può dire che la città ha avuto la funzione di portare alla luce tutto evitando comportamenti che possono essere equivocati. La nostra richiesta odierna va nella direzione di ridurre una pena, quella dell'esclusione del Potenza calcio dal campionato professionistico, che riteniamo oggettivamente sproporzionata. Ciò non vuole interferire in alcun modo con una vicenda giudiziaria che siamo certi saprà fare piena luce e giustizia sull'intera vicenda". Le dichiarazioni di voto si aprono con quella di Laieta che torna sulla "spesa di 3 milioni di euro sostenuta per il rilancio della cultura cittadina va fatta fruttificare a pieno. Dobbiamo saper produrre una proposta varia anche attraverso dei finanziamenti che chiediamo alla Regione. Potenza è una città orgogliosa. Potenza è stata tradita da alcuni fatti che potevano andare diversamente. Le istituzioni hanno fatto tutto il possibile. Chiedo al presidente regionale rieletto di dare maggiore attenzione a Potenza capoluogo di regione. Auguri alla città di Matera e ai nostri fratelli materani". Il provvedimento viene approvato all'unanimità e si cocnlude con l'applauso dell'assise. Si torna alle interrogazioni con quella del consigliere Becce che fa riferimento al funzionamento del centro comunale di educazione alimentare chiedendo notizie in merito. L'assessore Pace spiega che il centro è istituito e funziona presso il centro Cif di Bucaletto. Si avvale del supporto di molti medici in pensione che volontariamente prestano la propria opera. Lo scorso 19 febbraio è stata svolta un'assemblea che ha programmato le attività del centro per l'anno 2010". Ancora il consigliere Becce illustra l'interrogazione successiva riguardante allocazione e lavori di ristrutturazione del centro di aggregazione per anziani e laboratorio di comunità. Spetta ancora all'assessore Pace rispondere sulla scelta della struttura sita in contrada Cavalieri "e la gestione non è ancora stata assegnata ad alcuno". "La scuola scelta - spiega il Sindaco - è stata scelta perché aveva delle peculiarità che potevano consentire che la stessa struttura potesse diventare un riferimento per l'intero ambito territoriale". Interrogazione successiva, sempre del consigliere Becce, è quella riguardante l'istituzione e il funzionamento dello sportello consumatori. L'assessore Pace porta a conoscenza il Consiglio di un incontro che in proposito lo stesso amministratore ha avuto con i principali referenti operanti in materia, associazioni di categoria e privati. "Lo sportello è stato individuato più che come una sede fisica, come una rete relazionale. Fisicamente il sito passerà da via Tirreno ad alcuni locali della sede dell'assessorato dei Servizi sociali, avendo l'Ater, proprietario dei locali precedenti, richiesto i medesimi per porli in vendita". Il consigliere Becce segnala attraverso l'interrogazione seguente i disagi arrecati dalla soppressione del Nucleo operativo decentrato comunale nel rione di Bucaletto. L'assessore Pace spiega che la decisione "è frutto del nuovo modello organizzativo del personale del Comune di Potenza e di alcune migliorie strutturali e impiantistiche che la normativa vigente richiede per gli uffici pubblici. Non appena tali adeguamenti saranno effettuati l'ufficio di Bucaletto tornerà a funzionare". Il consigliere dei Popolari uniti Roberto Galante illustra una interrogazione riguardante fornitura e bollette del gas in contrada San Francesco per la quale riceve i chiarimenti richiesti dal Sindaco dopo aver ricevuto la risposta scritta dell'assessore al Patrimonio Giuseppe Pace. Il consigliere Molinari chiede di aumentare la sorveglianza in ambito cimiteriale per evitare che gli episodi di vandalismo verificatisi abbiano a ripetersi. L'assessore all'Ambiente Nicola Lovallo, risponde asserendo "che attraverso un maggior impegno della polizia municipale e un miglioramento dell'impianto di videosorveglianza già presente, si sta perseguendo l'obiettivo indicato anche oggi dal consigliere interrogante". L'interpellanza del consigliere Imbesi è quella relativa a via Tammone "e alla eventuale riapertura del collegamento precedentemente esistente tra la stessa via e via Vereduolo inferiore". L'assessore alla viabilità Campagna spiega che all'uscita delle scale mobili di via Tammone è in programma la realizzazione di una piazza che assolva più funzioni. Ricorda altresì che "è già stata appaltata la realizzazione di un ampliamento della strada parallela a via Tirreno che a sua volta collegherà rione Cocuzzo con via Tammone". Ultime interrogazioni della giornata sono quelle del consigliere Imbesi, la prima sulla situazione del ‘Mercato dei poveri'. Il Sindaco risponde che "nel programma triennale di opere pubbliche, è stata recuperata l'idea del progetto per quell'area del giardino d'inverno, uno spazio pubblico multifunzione. Sarà effettuata con una spesa a totale carico dell'amministrazione con i Pisus del 2011. Nel frattempo per il Mercatino si stanno predisponendo gli interventi necessari affinché lo si riapra entro i prossimi mesi". Ancora Imbesi chiede all'assessore Campagna "quale sia lo stato delle strade cittadine". Nella replica l'amministratore con delega alla Viabilità spiega che "la viabilità cittadina e rurale è talmente esteso che gli uffici hanno determinato che per una spesa programmata sarebbero necessaria per la manutenzione ordinaria circa 2.000.000 di euro. La disponibilità finanziaria per l'anno in corso è di 200.000 euro. Gli interventi effettuati ultimamente sono stati possibili grazie ai finanziamenti ottenuti attraverso diversi canali, da quelli regionali a quelli rivenienti dalla contrazione di mutui presso la Cassa depositi e prestiti. Abbiamo inoltre disposto il rafforzamento di una squadra di manutentori atti quotidianamente a provare a tamponare le emergenze con un notevole numero di interventi. Per gli interventi più importanti i medesimi non possono essere effettuati nella stagione invernale essendo necessaria una temperatura non eccessivamente bassa per le operazioni di bitumazione. Abbiamo predisposto interventi per circa 400.000 euro per intervenire sulle situazioni più critiche già nelle prossime settimane". Il Consiglio comunale si chiude alle 19,30.

Informazioni aggiuntive