“Ciò che non è inferno” speciale approfondimento tematico al Laboratorio di Scrittura per Ragazzi della Biblioteca per l’Infanzia di Potenza, in collaborazione con dell’I.C. “L. Milani”, Scuola Media di Vaglio Basilicata

Venerdì 18 maggio, ore 18,30

c/o Museo delle Antiche Genti di Vaglio Basilicata

Saranno presenti ospiti appartenenti a diverse professioni che avranno il piacere di confrontarsi con i ragazzi del Laboratorio di Scrittura nel commento del seguente brano tratto dall’opera di Italo Calvino “Le città invisibili”:

L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

Questi gli ospiti che saranno chiamati dai ragazzi a rendere testimonianza per l’appunto su ciò che non è inferno, ovvero, quel qualcosa che ognuno ha potuto scoprire e apprezzare nell’esercizio della professione:

Francesco Albanese (giornalista)

Giovanni Caserta (critico letterario)

Alberto Iannuzzi (magistrato)

Giulio Laurenzi (fumettista)

Franco Rosa (psicologo)

Franco Sabia (storico)

Saranno presenti e interverranno nella discussione anche il sindaco di Potenza, Dario De Luca e il sindaco di Vaglio Giancarlo Tamburrino, il dirigente del Comune di Potenza Giancarlo Grano, la dirigente scolastica I.C. “L. Milani” Carmela Cafasso e la professoressa Ilaria Pezzolla.

Share This